Nuova Zelanda

NUOVA ZELANDA

Quando Peter Jackson ha dovuto ricreare il magico ambiente della “Terra di Mezzo” ne “Il Signore degli Anelli” ha scelto i paesaggi della Nuova Zelanda.
Nuova Zelanda, un nome che suggerisce e riporta subito alla mente terre lontane, vergini, incontaminate. Un arcipelago che per lunghissimo tempo è rimasto isolato, non toccato dalla mano dell’uomo, e ha permesso alla sua natura di crescere libera, rigogliosa e salvaggia, cullata dai venti del mare e bagnata dalle piogge cadute dalle lunghe nuvole bianche che percorrevano suo cielo. Un autentico regno delle meraviglie che ancora oggi, nonostante l’arrivo e le trasformazioni attuate dall’uomo negli ultimi due secoli, conserva una fauna e una flora peculiari, introvabili in nessun’altra parte del mondo. Potrete ammirare vette altissime, interminabili pianure e limpidi corsi d’acqua.

L’Isola del Nord è chiamata in lingua Maori Te Ika a Maui, nome poetico che significa “il pesce di Maui” e si rifà alla leggenda di Maui, un mitico eroe protagonista delle leggende e della cultura polinesiane. L’isola si estende per circa centoquindicimila chilometri quadrati e ospita i tre quarti della popolazione neozelandese. Al centro dell’isola è presente un altopiano vulcanico ancora attivo che permette di godersi spettacoli di geyser e fumarole. L’Isola del Nord ospita le due città più importanti della Nuova Zelanda, Auckland e Wellington, la prima, la “città delle vele“ nota per l‘America’s Cup città moderna, grande e caotica dove spiccano alti grattacieli la seconda pittoresca e molto particolare. Vi sono in particolare due località assolutamente da visitare, oltre al Tongariro National Park coi suoi paesaggi lunar, gli stabilimenti termali di Rotorua, e il centro della cultura Maori a Taupo

L’Isola del Sud è chiamata in lingua Maori Te Wai Pounamu, nome che significa “l’acqua della pietra verde” e si riferisce alla giada poiché quest’isola è ricchissima di questa pietra. È anche conosciuta come Te Waka a Maui, cioè “la canoa di Maui”, il semidio che pescò l’Isola del Nord insieme ai suoi fratelli. Ospita ben dieci dei quattordici parchi nazionali neozelandesi ed è tagliata in due dalla catena montuosa delle Southern Alps, lunga cinquecento chilometri da Nord a Sud, che include il monte Cook, il più alto coi suoi 3754 metri, e fa da confine naturale tra la costa orientale e quella occidentale: a Ovest si trovano ghiacciai, foreste pluviali e paesaggi disabitati, a Est invece sono presenti pianure, clima secco e civiltà.

Nuova Zelanda Fly and Drive

  La formula ideale per apprezzare l’ospitalità del popolo neozelandese ad allo stesso tempo spostarsi in maniera autonoma abbinando il volo intercontinentale al noleggio auto ed all’alloggio in strutture accoglienti....

dettagli

X
- Enter Your Location -
- or -