Nuova Zelanda

NUOVA ZELANDA

Quando Peter Jackson ha dovuto ricreare il magico ambiente della “Terra di Mezzo” ne “Il Signore degli Anelli” ha scelto i paesaggi della Nuova Zelanda.
Nuova Zelanda, un nome che suggerisce e riporta subito alla mente terre lontane, vergini, incontaminate. Un arcipelago che per lunghissimo tempo è rimasto isolato, non toccato dalla mano dell’uomo, e ha permesso alla sua natura di crescere libera, rigogliosa e salvaggia, cullata dai venti del mare e bagnata dalle piogge cadute dalle lunghe nuvole bianche che percorrevano suo cielo. Un autentico regno delle meraviglie che ancora oggi, nonostante l’arrivo e le trasformazioni attuate dall’uomo negli ultimi due secoli, conserva una fauna e una flora peculiari, introvabili in nessun’altra parte del mondo. Potrete ammirare vette altissime, interminabili pianure e limpidi corsi d’acqua.

L’Isola del Nord è chiamata in lingua Maori Te Ika a Maui, nome poetico che significa “il pesce di Maui” e si rifà alla leggenda di Maui, un mitico eroe protagonista delle leggende e della cultura polinesiane. L’isola si estende per circa centoquindicimila chilometri quadrati e ospita i tre quarti della popolazione neozelandese. Al centro dell’isola è presente un altopiano vulcanico ancora attivo che permette di godersi spettacoli di geyser e fumarole. L’Isola del Nord ospita le due città più importanti della Nuova Zelanda, Auckland e Wellington, la prima, la “città delle vele“ nota per l‘America’s Cup città moderna, grande e caotica dove spiccano alti grattacieli la seconda pittoresca e molto particolare. Vi sono in particolare due località assolutamente da visitare, oltre al Tongariro National Park coi suoi paesaggi lunar, gli stabilimenti termali di Rotorua, e il centro della cultura Maori a Taupo

L’Isola del Sud è chiamata in lingua Maori Te Wai Pounamu, nome che significa “l’acqua della pietra verde” e si riferisce alla giada poiché quest’isola è ricchissima di questa pietra. È anche conosciuta come Te Waka a Maui, cioè “la canoa di Maui”, il semidio che pescò l’Isola del Nord insieme ai suoi fratelli. Ospita ben dieci dei quattordici parchi nazionali neozelandesi ed è tagliata in due dalla catena montuosa delle Southern Alps, lunga cinquecento chilometri da Nord a Sud, che include il monte Cook, il più alto coi suoi 3754 metri, e fa da confine naturale tra la costa orientale e quella occidentale: a Ovest si trovano ghiacciai, foreste pluviali e paesaggi disabitati, a Est invece sono presenti pianure, clima secco e civiltà.

X
- Enter Your Location -
- or -